Connect with us

Palermo

RAP: sospeso lo stato di agitazione. Li Causi: “Senso di responsabilità verso la Città di Palermo”

Ieri pomeriggio dopo un lungo confronto con le
Organizzazione Sindacali, le stesse hanno deciso di sospendere lo stato di agitazione
e di concerto si è addivenuti alla necessità di istituire, già da subito, dei
tavoli di concertazione per affrontare, step dopo step, le varie problematiche.

“La sospensione dello stato di agitazione – dichiara il
Direttore Generale Roberto Li Causi
– è motivo di soddisfazione della RAP
poiché è dimostrazione della massima attenzione che l’Azienda e i lavoratori
riservano alla Città di Palermo. Questo porterà, oltre a suggellare il
ripristino di normali relazioni sindacali,  ad accelerare le attività straordinarie per il
recupero della raccolta  in tutte quelle
postazioni dove si sono accumulati rifiuti su strada; conseguenza inevitabile
dello stato di agitazione dei lavoratori dichiarato a fine gennaio”.

Durante la riunione di ieri sera, l’azienda ha sottolineato
che come sempre porrà massima attenzione per i diritti dei lavoratori così come
attenzionerà i doveri che i lavoratori RAP hanno nei confronti della Città di
Palermo in termini di svolgimento del servizio e pulizia della città.  Il Direttore Generale ha evidenziato che la
RAP ha sempre dedicato massima attenzione alla sicurezza dei lavoratori anche
se è stata espressa ampia disponibilità a valutare le istanze avanzate dalle
OO.SS.  L’Azienda continua ad effettuare la
sanificazione dei mezzi e dei locali di lavoro previsto dalla normativa di settore
e ha già presentato all’ASP la richiesta di vaccinazione COVID per i dipendenti
e nei prossimi giorni sarà effettuata la pianificazione sulla base delle
indicazioni impartite dall’Azienda Sanitaria.   

“Il management aziendale è impegnato quotidianamente per dare
solidità e un futuro alla RAP – aggiunge il presidente della RAP Giuseppe
Norata.
Basta guardare il piano industriale, in atto esistente, dove lo
sviluppo di Bellolampo, anche grazie ai fondi messi a disposizione dal PON Metro
e dal Recovery Fund, punta a un polo impiantistico all’avanguardia”.

RAP nelle prossime settimane sarà impegnata sul fronte
dell’organizzazione dei servizi e del personale e in occasione di ciò metterà
subito mano alla revisione del piano del fabbisogno del personale anche in
virtù degli aspetti economici finanziari di competenza dell’Amministrazione
Comunale con la quale si è ritrovata piena sintonia anche e soprattutto in
relazione alla garanzia data nei precedenti incontri sulla tenuta dei conti della
RAP che assicurano la continuità aziendale.

 

In merito alle attività messe in campo dall’azienda
per il recupero della raccolta in città.
 

Stamattina gli interventi straordinari con l’ausilio
di due pale meccaniche e mezzi speciali hanno permesso di definire e
regolarizzare gli itinerari nelle suddette vie: via Mulè, via dei Fiori, in
corso via Domenico Russo, via Raiti, via Tenente Anelli , via Medaglie D’Oro. Tratto
Regione Siciliana (altezza Bingo). In corso gli interventi su via
Pianell, via Li Bassi, via Cutello, via Callea, via Bergamini, via Madonia, via
Gustavo Roccella. Stanotte sarà definita Vergine Maria , in particolare
piazza Tonnara e Piazza Bordonaro. Nel quartiere San Giovanni D’Apostolo: via
Cosenz e via Celona.

 In programma a
seguire:
il completamento del quartiere Villaggio Santa Rosalia e
Falsomiele; completamento zona via Albiri, via Airone; completamento Riserva
Reale/ Marcellini.

Zona Bonagia:  dove i cassonetti
sono stati tutti svuotati ma restano dei cumuli di rifiuti accanto ad alcune  postazioni.

  

 Annalisa
Martorana

Ufficio Relazione Stampa RAP

 


Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo “stampacomunepalermo” di Google Gruppi.
Per annullare l’iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un’email a [hidden email].
Per visualizzare questa discussione sul Web, visita https://groups.google.com/d/msgid/stampacomunepalermo/CAEz7yZkBa3XBzVQvZURXeaXbUeM96Nwt92LoTb9DMcmKZm7D5g%40mail.gmail.com.

Published

on

Durante la riunione di ieri sera, l’azienda ha sottolineato che come sempre porrà massima attenzione per i diritti dei lavoratori così come attenzionerà i doveri che i lavoratori RAP hanno nei confronti della Città di Palermo in termini di svolgimento del servizio e pulizia della città.  Il Direttore Generale ha evidenziato che la RAP ha sempre dedicato massima attenzione alla sicurezza dei lavoratori anche se è stata espressa ampia disponibilità a valutare le istanze avanzate dalle OO.SS.

L’Azienda continua ad effettuare la sanificazione dei mezzi e dei locali di lavoro previsto dalla normativa di settore e ha già presentato all’ASP la richiesta di vaccinazione COVID per i dipendenti e nei prossimi giorni sarà effettuata la pianificazione sulla base delle indicazioni impartite dall’Azienda Sanitaria.

La sospensione dello stato di agitazione – dichiara il Direttore Generale Roberto Li Causiè motivo di soddisfazione della RAP poiché è dimostrazione della massima attenzione che l’Azienda e i lavoratori riservano alla Città di Palermo. Questo porterà, oltre a suggellare il ripristino di normali relazioni sindacali,  ad accelerare le attività straordinarie per il recupero della raccolta  in tutte quelle postazioni dove si sono accumulati rifiuti su strada; conseguenza inevitabile dello stato di agitazione dei lavoratori dichiarato a fine gennaio”.

Ieri pomeriggio dopo un lungo confronto con le Organizzazione Sindacali, le stesse hanno deciso di sospendere lo stato di agitazione e di concerto si è addivenuti alla necessità di istituire, già da subito, dei tavoli di concertazione per affrontare, step dopo step, le varie problematiche.

Il management aziendale è impegnato quotidianamente per dare solidità e un futuro alla RAP – aggiunge il presidente della RAP Giuseppe Norata. Basta guardare il piano industriale, in atto esistente, dove lo sviluppo di Bellolampo, anche grazie ai fondi messi a disposizione dal PON Metro e dal Recovery Fund, punta a un polo impiantistico all’avanguardia”.

RAP nelle prossime settimane sarà impegnata sul fronte dell’organizzazione dei servizi e del personale e in occasione di ciò metterà subito mano alla revisione del piano del fabbisogno del personale anche in virtù degli aspetti economici finanziari di competenza dell’Amministrazione Comunale con la quale si è ritrovata piena sintonia anche e soprattutto in relazione alla garanzia data nei precedenti incontri sulla tenuta dei conti della RAP che assicurano la continuità aziendale.

Gli interventi straordinari con l’ausilio di due pale meccaniche e mezzi speciali hanno permesso di definire e regolarizzare gli itinerari nelle suddette vie: via Mulè, via dei Fiori, in corso via Domenico Russo, via Raiti, via Tenente Anelli , via Medaglie D’Oro. Tratto Regione Siciliana (altezza Bingo). In corso gli interventi su via Pianell, via Li Bassi, via Cutello, via Callea, via Bergamini, via Madonia, via Gustavo Roccella. Stanotte sarà definita Vergine Maria , in particolare piazza Tonnara e Piazza Bordonaro. Nel quartiere San Giovanni D’Apostolo: via Cosenz e via Celona.

In merito alle attività messe in campo dall’azienda per il recupero della raccolta in città.  

Zona Bonagia:  dove i cassonetti sono stati tutti svuotati ma restano dei cumuli di rifiuti accanto ad alcune  postazioni.

In programma a seguire: il completamento del quartiere Villaggio Santa Rosalia e Falsomiele; completamento zona via Albiri, via Airone; completamento Riserva Reale/ Marcellini.

 

 

Palermo

Ponte Corleone, Salvatore Orlando: “Manutenzione non più rinviabile”

“L’avvio delle attività di ispezione e messa in sicurezza delle strutture del Ponte Corleone non può cogliere di sorpresa, ma piuttosto è la conferma che la  manutenzione di un’opera  essenziale per l’accessibilità alla Città di Palermo non è più rinviabile.

Confermo  il convincimento che le circostanze richiedano un impegno straordinario che soltanto  i poteri di un Commissario ad hoc possono garantire a legislazione vigente e del quale ho chiesto la nomina al  Ministro delle Infrastrutture e Trasporti.

Ho chiesto all’Amministrazione inoltre di conoscere con urgenza il tecnico  incaricato della Direzione dei Lavori e se quest’ultimo abbia già imposto all’Impresa esecutrice la doppia  turnazione, ovvero di proseguire in orario notturno  gli interventi richiesti da ultimo dai VV.FF.

E’, infatti, di tutta  evidenza che i disagi alla circolazione stradale  che potrebbero causare l’ incremento del transito su un’altra opera  osservata speciale – il ponte di via Oreto –  dipenderanno dalla durata prevista per la messa in sicurezza che al momento gli uffici tecnici, per quanto mi risulta, non sono in grado di quantificare”.

Lo afferma il presidente del Consiglio comunale, Salvatore Orlando, a seguito dell’installazione del cantiere  urgente sul Ponte Corleone.

Giovanni Gaudesi
Ufficio Stampa

Comune di Palermo 


Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo “stampacomunepalermo” di Google Gruppi.
Per annullare l’iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un’email a [hidden email].
Per visualizzare questa discussione sul Web, visita https://groups.google.com/d/msgid/stampacomunepalermo/CAApHAuCa453o-7x8dg6-AQkORT0b%2B3L3vSLLgKnL2-PavMxv%3Dw%40mail.gmail.com.

Published

on

L’avvio delle attività di ispezione e messa in sicurezza delle strutture del Ponte Corleone non può cogliere di sorpresa, ma piuttosto è la conferma che la manutenzione di un’opera essenziale per l’accessibilità alla città di Palermo non è più rinviabile“, ad affermarlo il presidente del Consiglio comunale, Salvatore Orlando, a seguito dell’installazione del cantiere  urgente sul Ponte Corleone.

Confermo il convincimento che le circostanze richiedano un impegno straordinario che soltanto  i poteri di un Commissario ad hoc possono garantire a legislazione vigente e del quale ho chiesto la nomina al  Ministro delle Infrastrutture e Trasporti“, aggiunge il presidente del consiglio comunale.

Ho chiesto all’Amministrazione inoltre di conoscere con urgenza il tecnico incaricato della Direzione dei Lavori e se quest’ultimo abbia già imposto all’Impresa esecutrice la doppia  turnazione, ovvero di proseguire in orario notturno  gli interventi richiesti da ultimo dai VV.FF. É, infatti, di tutta evidenza che i disagi alla circolazione stradale che potrebbero causare l’incremento del transito su un’altra opera  osservata speciale – il ponte di via Oreto – dipenderanno dalla durata prevista per la messa in sicurezza che al momento gli uffici tecnici, per quanto mi risulta, non sono in grado di quantificare”, conclude Salvatore Orlando.

Continue Reading

Palermo

Bellolampo. Gelarda: “20 mila tonnellate di rifiuti nel piazzale. Nessun investimento su polo tecnico”

“In qualità di consigliere comunale ho effettuato una visita alla
discarica di Bellolampo dove, nel piazzale, sono ammucchiate ancora
20mila tonnellate di rifiuti così come vengono raccolti in strada, il
cosiddetto tal quale, mentre la città è piena di spazzatura.  La situazione è
tragica, mentre si attende l’autorizzazione della Regione per abbancare
altre 140 mila tonnellate nella sesta vasca. E che comincino i lavori
per la settima, che darà un altro periodo di respiro. Ma non è
risolutiva in una città che non supera il 20% di differenziata. La
verità è che non c’è stato nessun investimento da parte di questa
amministrazione per fare diventare Bellolampo un polo tecnico per il
trattamento dei rifiuti. Cosa che abbasserebbe i costi e permetterebbe
anche di aumentare quantità e qualità della differenziata”.
Lo ha dichiarato Igor Gelarda capo gruppo Lega a Palazzo delle Aquile.
Fabio Citrano
Ufficio Stampa
Comune di Palermo


Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo “stampacomunepalermo” di Google Gruppi.
Per annullare l’iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un’email a [hidden email].
Per visualizzare questa discussione sul Web, visita https://groups.google.com/d/msgid/stampacomunepalermo/CAApHAuCmF_mJKb%2BSvBhXdaBuY4sZhv%3DeLgcUYpwzekJe6ptTAA%40mail.gmail.com.

Published

on

In qualità di consigliere comunale ho effettuato una visita alla discarica di Bellolampo dove, nel piazzale, sono ammucchiate ancora 20mila tonnellate di rifiuti così come vengono raccolti in strada, il cosiddetto tal quale, mentre la città è piena di spazzatura“, lo ha dichiarato Igor Gelarda, capo gruppo Lega a Palazzo delle Aquile.

La situazione è tragica, mentre si attende l’autorizzazione della Regione per abbancare altre 140 mila tonnellate nella sesta vasca. E che comincino i lavori per la settima, che darà un altro periodo di respiro. Ma non è risolutiva in una città che non supera il 20% di differenziata. La verità è che non c’è stato nessun investimento da parte di questa amministrazione per fare diventare Bellolampo un polo tecnico per il trattamento dei rifiuti. Cosa che abbasserebbe i costi e permetterebbe anche di aumentare quantità e qualità della differenziata“, ha concluso Gelarda.

Continue Reading

Palermo

A Palermo le associazioni manifestano per difendere il diritto alla salute dei più piccoli

Published

on

PALERMO – “La salute è un diritto non un rovescio“, questo il titolo della manifestazione che si terrà sabato 27 febbraio, dalle 9.30 alle 11, nella piazza antistante il Teatro Massimo (piazza Verdi), un evento che ha avuto anche il patrocinio gratuito del Comune.

Un’occasione per discutere e proporre iniziative concrete per una buona sanità “perché i malati, soprattutto i più piccoli, non sono “palle da tennis” da far rimbalzare da nosocomio in nosocomio, da città in città, da regione in regione” scrivono le associazioni promotrici dell’iniziativa.

Continue Reading

Più lette

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.