Connettiti con noi

Cronaca

Assolda due killer per uccidere la zia. Cadavere ritrovato senza testa

A una settimana dal ritrovamento dei resti sotto un ponte di campagna lungo una strada provinciale di Bagheria, non è stato ancora possibile effettuare l’autopsia

Pubblicato

sopra

I carabinieri di Bagheria hanno fatto luce sul macabro ritrovamento fatto sotto un ponte in provincia di Palermo, dove è stato rinvenuto io corpo di una donna senza testa.

Sono state arrestate tre persone, una è la nipote e due uomini sarebbero i sicari ingaggiato dalla donna per uccidere e occultare il corpo di Angela Maria Corona.

La misura cautelare è stata disposta dal gip del Tribunale di Termini Imerese. Secondo le ricostruzioni dei carabinieri, l’omicidio sarebbe avvenuto martedì 14 aprile, quando la donna sarebbe stata strangolata e poi infilata in un sacco e gettata nel dirupo. Alla base dell’omicidio ci sarebbe stata una lite tra le due donne.

 

Continua a leggere
Fare clic per commentare

Rispondi

Cronaca

Raccolti rifiuti VII circoscrizione Palermo, Natale Puma: “Necessario sanificare e disinfettare cassonetti”

Pubblicato

sopra

PALERMO – “Adesso che la nettezza urbana è stata all’80% raccolta è necessario provvedere a sanificare e disinfettare i cassonetti e le aree adiacenti il loro posizionamento. Infatti se pur raccolta la spazzatura rimane il cattivo odore, per il protrarsi dello stazionamento a terra dei rifiuti. Si chiede di intervenire con la massima cura e tempestività“, a dirlo è il consigliere della VII circoscrizione, Natale Puma.

Continua a leggere

Cronaca

Rifiuti Palermo: la RAP riprende la raccolta

Pubblicato

sopra

“La RAP ha ripreso a pieno regime l’attività di raccolta dei rifiuti urbani abbandonati nel territorio cittadino. La mancata individuazione da parte della Regione Siciliana di impianti di trattamento cui conferire i rifiuti urbani prodotti dalla Città di Palermo ha provocato la crisi ambientale che stiamo vivendo in questo momento. La ripresa della raccolta – sottolinea il Presidente Norataè il risultato di una riunione tecnica che si è svolta in questi giorni con il Sindaco di Palermo, il Vice-Sindaco e l’Assessore Marino. Dall’azione sinergica dell’Amministrazione comunale e RAP è emersa la necessità di tutelare la salute pubblica incrementando il servizio di raccolta dei rifiuti i quali saranno, ancora una volta, depositati in modo straordinario e temporaneo nei piazzali dell’impianto di Bellolampo. Il Presidente Norata auspica che da parte della Regione Siciliana ci sia la massima disponibilità, così come promesso dall’Assessore Pierobon nei giorni scorsi, per l’individuazione di impianti di trattamento idonei ad accogliere i rifiuti prodotti dalla Città di Palermo. Il Presidente Norata conferma che la RAP ancora una volta per senso di responsabilità sta andando incontro alle richieste avanzate dal Sindaco di Palermo poiché il deposito temporaneo e straordinario dei rifiuti nei piazzali di Bellolampo è certamente più idoneo che tenere gli stessi sulla pubblica via, soprattutto quando viene messa a repentaglio l’igiene e la salute pubblica dei cittadini”.

La RAP – assicura il Direttore Generale Li Causidedicherà il massimo sforzo organizzativo in piena sinergia con l’Amministrazione comunale, per rendere il più possibile efficiente e veloce il servizio di raccolta dei rifiuti recuperando al più presto le condizioni ottimali della igiene urbana, con la speranza che anche l’utenza contribuisca con comportamenti adeguati al ripristino del decoro urbano. Sul punto – sottolinea il Direttore – è doveroso ringraziare come sempre i lavoratori RAP per il lavoro svolto e le società partecipate AMAP, COIME e la Città Metropolitana di Palermo che hanno reso disponibili 3 delle 10 pale gommate impegnate nello svolgimento del servizio straordinario di raccolta. L’opera portata avanti negli ultimi due giorni ha consentito di recuperare circa 400 tonnellate di rifiuti delle circa 2500 tonnellate già abbandonate nei giorni precedenti e pensiamo che nella giornata odierna oltre alla raccolta ordinaria di circa 900 tonnellate potremmo recuperare altre 300 tonnellate di rifiuti”.

Il Direttore Li Causi prosegue evidenziando che nei prossimi giorni si provvederà a pulire i quartieri con maggiori criticità quali Sperone/Brancaccio, Bonagia, Falsomiele, zona Viale Michelangelo, Marinella, Zen, una postazione di via Brunelleschi, Bretella Regione Siciliana altezza Leroy Marlin, tre punti nel quartiere Oreto Vecchia, Zona Corso Pisani , Cappuccini, Pindemonte, Albergheria, Noce/ Zisa (da definire via Zisa, via Eugenio L’Emiro, via Edrisi, via Mosca), Quartiere Montepellegrino (Sadat, Rabin, Cimbali, Jung). Nella giornata odierna è previsto il seguente programma di raccolta rifiuti: area ZEN fino a fine settimana, Linea via Castellana, Passo Di Rigano, Linea Leroy Marlin ( Bretella laterale Regione Siciliana direzione TP Palermo), Via Roentgen, Zona Pietra Tagliata, Zona Noce, Quartiere Villatasca, Zona Sperone/ Bonagia/ Brancaccio e zona Via Galletti.

Il Presidente Norata conferma che l’azione di RAP continuerà nei prossimi giorni ed auspica che entro dieci giorni sarà recuperato gran parte dei rifiuti ad oggi abbandonati nel territorio cittadino.

Continua a leggere

Cronaca

Sicilia, sicurezza alimentare: stop a container con melograni tunisini

Pubblicato

sopra

È stato respinto ieri, al porto di Palermo, ad opera del personale del servizio Fitosanitario dell’assessorato Agricoltura della Regione Siciliana, un intero container di melograni da succo, provenienti dalla Tunisia, per evidente stato di deterioramento e contaminazione parassitaria del prodotto. Ne dà notizia l’esponente al ramo del governo Musumeci, Edy Bandiera: «La Sicilia si conferma prima in Italia per numero di controlli effettuati sui prodotti agroalimentari in import ed export, presso tutti i punti di accesso. Nella fattispecie, si tratta della seconda partita di melograni che respingiamo, quest’anno, nel porto di Palermo. Produzione, quest’ultima, che negli ultimi anni, a suon di investimenti da parte dei nostri imprenditori, si è particolarmente diffusa e specializzata in Sicilia. Monitorare anche questa tipologia merceologica e contrastarne gli ingressi irregolari, diviene una utilissima e doverosa forma di tutela, verso quanti hanno investito e stanno scommettendo su questa importante produzione di qualità».

Continua a leggere

Più lette

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.