Mettiti in comunicazione con noi

Palermo Calcio

Palermo, Ugo Forello (OSO): “Convenzione stadio? Consiglio comunale bloccato, serve testo definitivo”

Pubblicato

sopra

L’argomento Palermo Calcio e convenzione stadio tiene banco da settimane.

Il Consiglio comunale avrà l’ultima parola sulla concessione dello stadio alla società di Viale del Fante. L’accordo deve essere stipulato entro e non oltre il 29 luglio per consentire al club rosanero di potersi iscrivere al campionato di Serie C.

Ugo Forello, consigliere comunale del gruppo OSO ha affermato: “Siamo in un impasse incredibile. I cittadini palermitani e i tifosi lo devono sapere: il consiglio comunale è pronto a votare immediatamente la convenzione nel momento in cui ci si presenti un testo chiaro ovviamente votabile. Il problema è che la convenzione è stata presentata solo a fine giugno dall’Amministrazione la quale già ci ha anticipato però che deve ancora modificarla e quindi deve emendarla e il consiglio comunale da questo punto di vista ovviamente è interdetto perché aspetta un testo definitivo da potere finalmente approvare. Quindi, il ritardo finora avvenuto è esclusivamente imputabile a un’Amministrazione che poi cerca di scaricare la responsabilità ad altri, ma certamente non mette nelle condizioni il consiglio comunale di votare“.

In questa convenzione tra l’altro – aggiunge Forello – salta completamente la questione pubblicità, quest’ultima darà ulteriori problemi alla società perché la dirigente dei Tributi ci ha già manifestato il fatto che sono state accertate delle grosse responsabilità e quindi sanzioni da parte della società per il mancato rispetto della normativa relativa alla pubblicità e alla Tosap e questo è un ulteriore problema che siccome non è regolamentato nella convenzione da ulteriori incertezze sul futuro. Noi vorremmo obiettivamente progettare con la squadra del Palermo nel medio e lungo periodo, la possibilità che i rosanero possano salire in B e poi in A possa avere una squadra il Palermo, e se lo merita la città di Palermo, che possa veramente garantire ai cittadini e tifosi quello che è il giusto ambito in cui potersi confrontare con le più grandi squadre di calcio italiane e invece oggi così non è perché non possiamo progettare questo futuro in quanto non abbiamo quelle stabilità che riguardano il futuro della società con riferimento appunto alla stadio che invece, già da mesi, l’Amministrazione avrebbe dovuto dotare“.

Più lette

Aggiungere alla collezione

Nessuna raccolta

Qui troverai tutte le collezioni che hai creato prima.