Connect with us

Palermo Calcio

Palermo, il ‘Renzo Barbera’ sarà la casa dei rosanero: la convenzione resta al palo. I dettagli

Published

on

La convenzione resta al palo, ma c’è il nullaosta per il «Barbera»”.

Titola così l’odierna edizione del ‘Giornale di Sicilia’, facendo riferimento alla fumata bianca, arrivata nei giorni scorsi, per quanto riguarda l’utilizzo e il possesso immediato dell’impianto, che dopo una serie di tira e molla resta dunque la casa del Palermo.

Il Palermo giocherà la stagione 2020/21 al «Barbera», ma col nullaosta del sindaco Orlando. Il contratto di concessione per sei anni approvato dal consiglio comunale non è stato firmato, complici anche le tempistiche per il passaggio definitivo del testo all’esame dell’amministrazione, che non avrebbero permesso la consegna di tutta la documentazione alla commissione Criteri infrastrutturali entro la scadenza fissata per domani. Per evitare di incorrere in inadempienze federali, dunque, la giunta ha dato mandato al sindaco «di assumere tutte le iniziative utili», tra cui «il formale trasferimento al concessionario del possesso immediato dello stadio comunale e la relativa Concesso il possesso immediato dell’impianto e anche il pieno utilizzo facoltà di utilizzo». Quello che Orlando ha fatto, in occasione dell’incontro avuto ieri a Villa Niscemi con Mirri e Sagramola, concedendo il nullaosta «per il pieno utilizzo dello stadio» con decorrenza immediata, per tutta la durata della stagione 2020/21”.

A questo punto, la firma della convenzione è rinviata. D’altronde, che il testo del contratto di concessione non combaciasse in toto con i desideri del club rosanero lo si era capito con la conferma del canone annuo da 341.150 euro, cifra contestata dai vertici societari sin dall’inizio delle trattative col Comune. Tutto ok, dunque, per l’iscrizione al prossimo campionato di Serie C: entro domani il club rosanero dovrà depositare i documenti per ottenere il semaforo verde dalla Federazione.

Il canone però, è stato stabilito da una commissione tecnica di valutazione e il consiglio comunale non ha competenze per modificarlo. Al Palermo è stata data facoltà di richiedere una nuova valutazione basata sulle mancate condizioni di pieno utilizzo dell’impianto (specialmente riguardo alle restrizioni imposte dalle misure di contenimento della pandemia di Covid-19), inoltre è prevista la possibilità di compensare l’importo con una sponsorizzazione da parte del Comune (sotto forma di partecipazione ad attività sociali), aspettando di conoscere le modalità per usufruire dei fondi regionali.  La Figc richiede i documenti relativi all’impianto per la gare casalinghe entro domani e il nullaosta del primo cittadino palermitano basta per avere il via libera dalla commissione Criteri infrastrutturali, determinante per l’ottenimento della licenza. L’iscrizione è ormai completa”, si legge.

Advertisement
Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Più lette

Aggiungere alla collezione

Nessuna raccolta

Qui troverai tutte le collezioni che hai creato prima.