Mettiti in comunicazione con noi

Palermo

Prosecuzione cantieri di servizio, Giaconia (Avanti insieme): “A dicembre approvato un atto d’indirizzo da me proposto, che andava verso questa direzione”

Pubblicato

su

Quanto riferito dall’assessore e dagli Uffici alla Terza Commissione è la conferma di una notizia trapelata giorni fa, che ho accolto con soddisfazione, poiché in linea con la volontà espressa dal Consiglio Comunale, che lo scorso 16 dicembre ha approvato all’unanimità un atto d’indirizzo da me proposto, che andava proprio verso questa direzione. Ovvero, l’utilizzo delle economie del finanziamento regionale destinato al Comune di Palermo per i primi tre mesi di attività dei Cantieri per la prosecuzione di altri tre mesi“, lo dichiara il consigliere comunale Massimo Giaconia, del Gruppo Avanti Insieme, che aggiunge – “In Terza Commissione Consiliare, abbiamo audito l’assessore Marino e gli uffici del Settore ‘Decoro Urbano e del Verde’, rappresentati dalla dott.ssa Paola Di Trapani e dall’ing. Mario Manetta, in merito alla prosecuzione delle attività dei Cantieri di Servizi ultimate il 30 dicembre scorso. L’assessore Marino e la dott.ssa Di Trapani, nel corso della seduta, hanno confermato che il sindaco, alla luce della norma approvata dall’Assemblea Regionale (art.1 legge Regionale 30 del 2020), che prevede la prosecuzione delle attività dei Cantieri di Servizio già avviati, giorno 11 gennaio scorso ha formalmente richiesto al Dipartimento Regionale del Lavoro la prosecuzione delle attività per altri tre mesi. Nel corso della stessa audizione, gli uffici hanno informato la Commissione di avere da tempo completato la procedura per l’ottenimento dell’anticipazione del 20 per cento delle risorse economiche da parte della Ragione, la quale, però, pur avendo emanato i decreti di finanziamento non ha ancora provveduto all’effettivo trasferimento, indispensabile per il pagamento delle spettanze ai soggetti partecipanti”.

Tra qualche giorno, non appena la Regione Siciliana autorizzerà il Comune di Palermo per la persecuzione dei Cantieri, i partecipanti riprenderanno le importanti attività di giardinaggio, manutenzione e custodia che hanno svolto durante i primi tre mesi a supporto dei dipendenti comunali del Settore Verde, coordinati dai Rup e dai capigiardinieri, presso le ville storiche di proprietà del Comune, migliorandone le condizioni“, conclude Giaconia.

Palermo

Emergenza rifiuti Palermo, Sabrina Figuccia (Lega): “L’ennesimo vertice non si chiuda con un nulla di fatto”

Pubblicato

su

Finalmente, dopo le mie innumerevoli segnalazioni, sembrerebbe che qualcosa si muova per cercare di risolvere il cronico problema delle tantissime discariche abusive che da troppo tempo spuntano come funghi a Borgo Nuovo e al Cep. Mi auguro che il vertice di stamattina produca effetti concreti”. Lo afferma Sabrina Figuccia, consigliere comunale di Palermo della Lega, che prosegue: “Oggi, nei locali dei Padri Rogazionisti, a Borgo Nuovo, si sono dati appuntamento assessori, presidenti di aziende comunali, direttori, dirigenti, e ufficiali dei carabinieri. Mi auguro che durante la riunione siano stati decisi azioni ed interventi che pongano fine all’inciviltà dei tanti palermitani che continuano imperterriti a lasciare rifiuti ad ogni angolo di strada. Credo che la presenza dei vertici dell’Arma dei carabinieri indichi una decisa inversione di tendenza, che necessariamente deve passare dall’intensificarsi dei controlli, finora parecchio carenti, con l’installazione delle telecamere nei punti più sensibili”.

Dall’altro lato, mi auguro che politici e dirigenti aziendali non utilizzino quest’occasione per l’ennesima e inutile passerella, uno show confezionato ad uso e consumo soltanto per telegiornali e fotografi, che qualcuno magari vorrebbe trasformare come trampolino di lancio della propria campagna elettorale in vista delle elezioni comunali del 2022. I palermitani sono stanchi di queste sceneggiate, che com’è avvenuto negli ultimi 50 anni, non cambiano assolutamente nulla, anzi servono soltanto ad ingigantire l’ego dei partecipanti e a creare illusioni ai cittadini, che però ormai hanno capito l’antifona: Orlando è un bluff che non illude più nessuno. Per risolvere i tantissimi, ed ormai cronici, problemi della nostra martoriata città, occorre soltanto che ai posti di governo vadano persone competenti, il che avverrà sicuramente nel 2022”, conclude Sabrina Figuccia.

Continua a leggere

Palermo

Ponte Corleone, Italia Viva: “L’assessore Prestigiacomo si dimetta”

“Non si può arrivare in consiglio comunale senza una strategia chiara sulla riapertura totale del Ponte Corleone: il traffico di Palermo è da giorni in tilt, gli automobilisti sono esasperati e non è accettabile questo livello di approssimazione. Se l’assessore Maria Prestigiacomo non è in grado di affrontare questa emergenza, si dimetta. Chiediamo al sindaco Orlando di prendere in mano la situazione anche per garantire la sicurezza di chi attraversa il Ponte e oggi lo fa con timore: il Comune chieda immediatamente l’intervento del governo regionale e di quello nazionale”.

Lo dichiarano i consiglieri comunali di Italia Viva a Palermo, Dario Chinnici, Francesco Bertolino, Paolo Caracausi e Carlo Di Pisa. 

Giovanni Gaudesi
Ufficio Stampa
Comune di Palermo


Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo “stampacomunepalermo” di Google Gruppi.
Per annullare l’iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un’email a [hidden email].
Per visualizzare questa discussione sul Web, visita https://groups.google.com/d/msgid/stampacomunepalermo/CAApHAuBU8T%3D-8A-tC5Uva_XNTqi-xDNqhaLCiZAX4q%2BE44wNfg%40mail.gmail.com.

Pubblicato

su

Non si può arrivare in consiglio comunale senza una strategia chiara sulla riapertura totale del Ponte Corleone: il traffico di Palermo è da giorni in tilt, gli automobilisti sono esasperati e non è accettabile questo livello di approssimazione. Se l’assessore Maria Prestigiacomo non è in grado di affrontare questa emergenza, si dimetta. Chiediamo al sindaco Orlando di prendere in mano la situazione anche per garantire la sicurezza di chi attraversa il Ponte e oggi lo fa con timore: il Comune chieda immediatamente l’intervento del governo regionale e di quello nazionale“. Lo dichiarano i consiglieri comunali di Italia Viva a Palermo, Dario Chinnici, Francesco Bertolino, Paolo Caracausi e Carlo Di Pisa.

Continua a leggere

Palermo

Ztl, la protesta a Palermo, Gelarda (Lega): “Riattivarla è stato uno sfregio alla città”

Si è svolta stamattina
“Una manifestazione di protesta, organizzata dalla Lega di Palermo,
contro la riattivazione della ZTL, che riparte proprio da oggi. Alla
manifestazione hanno preso parte anche numerosi cittadini e
commercianti di via Roma e zone limitrofe. In un momento in cui la viabilità della città è fortemente
compromessa dai tanti cantieri in città e dai gravi e pericolosi
problemi al ponte Corleone, riattivare la ZTL è stato uno sfregio alla
città.
Siamo ancora in piena pandemia e in piena recessione economica, con
migliaia di persone che hanno perso o rischiano di perdere il posto di
lavoro e aziende che falliscono. Ma questo l’assessore Catania
evidentemente non lo sa. Per questo oggi, dando voce ai commercianti
del centro storico e ai cittadini, abbiamo deciso di scendere in
piazza a protestare. Basta soprusi sulla testa dei palermitani. La Ztl
deve essere sospesa fino alla fine completa della pandemia. E
successivamente deve essere ridisegnata completamente. La Ztl di
Giusto Catania non è servita per la qualità dell’aria, non ha
migliorato il traffico e non ha aiutato le attività commerciali. È
inutile e dannosa”.

Lo dichiara il consigliere comunale e capogruppo della Lega Igor Gelarda.
Antonella Di Maggio
Ufficio Stampa
Comune di Palermo  


Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo “stampacomunepalermo” di Google Gruppi.
Per annullare l’iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un’email a [hidden email].
Per visualizzare questa discussione sul Web, visita https://groups.google.com/d/msgid/stampacomunepalermo/CAApHAuDbMWap60AyqU7JKmL41%2Bw4bLnWnCeTXidg%2B7U3JFqc%2Bw%40mail.gmail.com.

Pubblicato

su

Si è svolta ieri mattina una manifestazione di protesta, organizzata dalla Lega di Palermo, contro la riattivazione della ZTL, che è ripartita proprio ieri. Alla manifestazione hanno preso parte anche numerosi cittadini e commercianti di via Roma e zone limitrofe.

In un momento in cui la viabilità della città è fortemente compromessa dai tanti cantieri in città e dai gravi e pericolosi problemi al ponte Corleone, riattivare la ZTL è stato uno sfregio alla città“, ha detto il consigliere comunale e capogruppo della Lega, Igor Gelarda.

Siamo ancora in piena pandemia e in piena recessione economica, con migliaia di persone che hanno perso o rischiano di perdere il posto di lavoro e aziende che falliscono. Ma questo l’assessore Catania evidentemente non lo sa. Per questo oggi, dando voce ai commercianti
del centro storico e ai cittadini, abbiamo deciso di scendere in piazza a protestare. Basta soprusi sulla testa dei palermitani. La Ztl
deve essere sospesa fino alla fine completa della pandemia. E successivamente deve essere ridisegnata completamente. La Ztl di
Giusto Catania non è servita per la qualità dell’aria, non ha migliorato il traffico e non ha aiutato le attività commerciali. È inutile e dannosa“, ha concluso Gelarda.

Continua a leggere

Più lette

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.