Mettiti in comunicazione con noi

Coronavirus

Scuola, lunedì flash mob a Palermo: “Torniamo in classe in sicurezza”

Pubblicato

sopra

Investimenti per mettere la scuola “al centro non solo nel dibattito ma delle priorità reali del Paese”. Una richiesta delle organizzazioni sindacali regionali e provinciali della Sicilia di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal, Gilda Unams, che hanno programmato per lunedì 8 giugno, a partire dalle ore 11, un flash mob in piazza Castelnuovo a Palermo per chiedere al Governo e al ministero dell’Istruzione di consentire il rientro a settembre in classe in sicurezza.

“Servono decisioni urgenti perché il tempo stringe, per una programmazione adeguata delle attività che assicuri il più possibile quelle in presenza, in modo compatibile con le regole imposte dall’emergenza. Per lavorare con classi e sezioni meno affollate, senza che per questo sia sottratta parte dell’offerta formativa e il fondamentale diritto di essere a scuola, servirebbero più spazi, obiettivo non facile, ma che si possono riottenere adattando quelli esistenti”, scrivono. “È necessario investire molte risorse, più di quelle al momento previste. Il diritto all’istruzione deve rientrare fra le priorità nelle scelte che Governo e Parlamento assumono. Vogliamo che questo avvenga con i fatti e non solo con le parole. È un’occasione straordinaria per rimettere al centro la scuola non solo del dibattito pubblico, ma delle priorità reali del Paese: gli investimenti che chiediamo oggi servono per la ripartenza, ma in prospettiva per rilanciare la scuola pubblica dotandola di strutture belle, con spazi adeguati e attrezzati per una scuola di qualità”.

Più lette

Aggiungere alla collezione

Nessuna raccolta

Qui troverai tutte le collezioni che hai creato prima.